Thursday, August 2, 2012

Scienza Progressiva di Wavevolution



Si vuole informare che dal 2016 nell’Unione Europea le leggi sono cambiate al riguardo dell’uso dei cookies e la regolamentazione di Google e’ anche essa cambiata. Se non fossi d’accordo con questi nuovi cambiamenti per favore esci da questo blog adesso.



La Scienza Progressiva di Wavevolution riguarda la trasformazione da onde ad atomi e la sua correlazione a nuovi intendimenti fra Spazio e Tempo.

Wavevolution estende il concetto di evoluzione a tutte le forme di energia attraverso un processo di graduali cambiamenti che trasformano le onde in atomi.
Tutti gli elementi hanno una carica elettrica, una controparte ed una massa.
Il senza massa non esiste. La simmetria e' ovunque.
Gli elementi neutri sono composti da due cariche opposte e non sono particelle elementari.

Wavevolution e' la trasformazione opposta alla fissione nucleare.

Le tante rivelazioni che hanno origine da questa trasformazione hanno ripercussioni ben oltre il progresso della scienza e con effetto domino mostrano nuovi orizzonti mai visti prima.

Wavevolution e' l'anello che era mancante per rivelare la Creazione.

L’origine dell’Universo e’ rivelata anche dalla scintilla che appare con la frizione di due lame mentre queste vengono affilate. Prova a filmare la scintilla che appare da quelle due lame, poi riguarda il filmato mentre la pellicola si riavvolge (al contrario), al rallentatore. Vedrai la luce della scintilla che entra nelle lame e diviene parte di esse. Infatti, i fotoni di luce rientrando nelle lame sono cio' che compone la massa dei metalli delle lame. Questo semplice esempio dovrebbe essere anche un indicazione per spiegarci la Creazione di tutta la massa nell’Universo. Una volta raggiunto un critico livello di energia, perso calore viaggiando ed avendo cosi' ridotto le loro frequenze, le onde collassano, formando anche due particelle subatomiche con cariche elettriche opposte, come fossero le due punte spezzate di un capello. Sin dal Big Bang, le onde continuano a solidificarsi in atomi di idrogeno e trasformare la loro energia in diverse forme di massa. Gli esseri Umani, costituiti da atomi, sono in ultima analisi il prodotto di un lento processo iniziato con la trasformazione delle onde.

In Wavevolution tutte le forme di energia si trasformano continuamente.

Lo stesso quantum di energia originalmente trasportato da una qualsiasi onda diventa gradualmente frammentato e disperso a causa delle interferenze incontrate.
Ad esempio, i quanta dei raggi gamma nel tempo diminueranno il loro potenziale di energia per diventare raggy X ed i raggi X gradualmente diverranno raggi ultravioletti diminuendo cosi' le loro originali frequenze.
Il quantum originale di energia e' trasformato in diverse forme di energia attraverso una rottura spontanea di simmetria.

Wavevolution mostra come il comportamento degli atomi sia identico a quello delle onde e come questo singolo movimento comune a tutta l'energia sia comparabile ad Una Volonta' Divina che crea l' intero Universo.
Questo costante movimento, la Meccanica quantistica, e' qui’ intesa come la naturale Legge di Attrazione fra due opposte e complementari cariche elettriche.

Sebbene questa singola Legge muova tutto in simmetria, l’apparente caos nell’Universo sembrerebbe impredicibile e non simmetrico ovunque.
Per questo gli scienziati hanno teorizzato l'esistenza di quattro leggi naturali (forza di gravita', elettromagnetismo, interazioni nucleari deboli e forti) ma in effetti e' una sola Legge.

Gia' nel diciottesimo secolo Simon Laplace disse: "Noi dobbiamo considerare lo stato presente dell’Universo come l’effetto di un dato stato anteriore e come le causa di cio' che sara' in avvenire. Una intelligenza che, in un dato istante, conoscesse tutte le forze che animano la natura e la rispettiva posizione degli esseri che la costituiscono, e che fosse abbastanza vasta per sottoporre tutti i dati alla sua analisi, abbraccerebbe in un'unica formula i movimenti dei più grandi corpi dell’universo come quello dell’atomo più sottile; per una tale intelligenza tutto sarebbe chiaro e certo e così l’avvenire come il passato le sarebbero presenti.”

Nonostante una tale formula rimanga fuori della portata umana sembrerebbe chiaro che ogni movimento proviene dall’urgenza e dalla necessita' dell'energia di raggiungere un determinato spazio e ristabilire un nuovo equilibrio.

La scoperta dell'esistenza di Una Legge Universale che ebbe un inizio circa 14 miliardi di anni fa’ e che non fu causata dalla razza Umana conferma di conseguenza l'esistenza di Un Creatore.

Vecchia e nuova scienza:

Nonostante Einstein abbia portato alla luce l’equazione fra atomi ed energia e Planck abbia dimostrato la costante fra le frequenze d'onda e l'energia, la scienza tradizionale non ha mai chiuso il cerchio.
Ancora oggi, la scienza non riconosce la trasformazione da onde ad atomi.
La burocrazia della scienza tradizionale impedisce il riconoscimento di Wavevolution per il fatto che la verifica di questa trasformazione non rientra a far parte di alcuni criteri prestabiliti.
Il problema e' proprio nella compilazione di queste leggi o criteri come il "principio dell'indeterminazione" di Heisenberg che fu' introdotto come pilastro della scienza e che non e' soltanto erroneo di per se', ma e' diventato anche un ostacolo insormontabile per tutto il progresso scientifico, imponendo limiti che rendono impossibile riconoscere il concetto di simultaneita'.
Per questo motivo, quell'antiquato sistema di regole fu' anche la causa di fuorvianti teorie.

Ad esempio, lo Spazio non e’ “curvo”.
Nel paradigma di Einstein, una pietra che cade in terra dal finestrino di un treno in corsa traccia anche una parabola nello Spazio. Sebbene, questa traiettoria e' solo apparente in quanto anche la Terra si muove ed il Tempo percorso dalla pietra per cadere in Terra ha spostato di un qualche grado quella immaginaria linea verticale. Al Tempo del Movimento iniziale quando la pietra cade dal finestrino la sua potenziale traiettoria e’ uno Spazio perpendicolare che non e’ piu’ lo stesso quando la pietra continua a muoversi fino a toccare il suolo. Se lo scienziato avesse saputo che le coordinate dello Spazio nel Tempo sono uniche ed irripetibili allora anche tutto il resto sarebbe andato "dritto". Quella perpendicolare e' dritta ma calcolata come fosse curva a causa dei limiti imposti alla scienza in riguardo al concetto di simultaneita'. In referenza ad un qualsiasi corpo, in ogni istante di Tempo, esistono sempre soltanto due coordinate nello Spazio per una perpendicolare qualora il Tempo ed il Movimento (la velocita') fossero calcolati simultaneamente.
E con due coordinate non esiste la curva.
Una qualsiasi perpendicolare e’ irripetibile e mai piu’ la stessa in quanto mentre la misurazione di essa e’ ripetibile ed una qualsiasi misura potrebbe essere applicata a diversi segmenti invece una perpendicolare marcata nel Tempo non avra' mai piu' quello stesso orientamento spaziale.
La perpendicolare cambia nel Tempo ma Einstein credeva che il concetto di Spazio fosse indipendente da quello del Tempo.

Un altro esempio e' la speciale teoria della Relativita' che ripudia ogni assoluto e significato di verita'. Questo e' in riguardo all’esempio di Einstein di due raggi di luce che colpiscono uno stesso argine di binario su due Punti: il Punto A ed il Punto B. Fra i due esiste il punto medio, Punto M. Se un treno viaggiasse su quel binario allora avremmo anche un Punto A1 sul vagone del treno corrispondente al di sopra del Punto A ed anche un Punto B1 al di sopra del Punto B. Avremo inoltre sul treno il Punto M1 al di sopra del Punto M. La teoria di Einstein e’ che per il Punto M (che non si muove perche' sul binario) questi due raggi sono simultanei ed equidistanti invece per il passeggero seduto al Punto M1 che si muove verso il Punto B1 (e anche verso il Punto B) i due raggi non sono simultanei perche’ il raggio nel Punto B1 e’ avvicinato dal treno in movimento, per cui piu’ vicino al Punto M1. In questo esempio, mentre il concetto di Tempo per Einstein e’ rigidamente mantenuto immutato a riguardo del binario invece il concetto di Spazio e’ esteso anche al prossimo momento di Tempo per il viaggiatore che e' in Movimento anche se in quel preciso istante il viaggiatore non si e' ancora mosso. Poiche' il concetto di simultaneita' era stato abbandonato, Einstein credeva che il Tempo fosse lo stesso mentre lo Spazio invece era cambiato.

Inoltre, lo stesso scienziato erroneamente credeva anche che tutti i colori dello spettro di luce viaggiassero alla stessa velocita’.
Molta confusione proviene da queste approssimazioni.

La teoria di Einstein definiva l'Universo in uno Spazio chiuso che non si espande ne si contrae, ossia come un Universo statico. Questo e' l'opposto di quello che abbiamo imparato piu’ di recente con lo spostamento verso il rosso della luce ed ossia che invece esiste un Universo in accelerazione ed in costante espansione.

Moderni scienziati hanno introdotto Standard Model e teoria delle Stringhe che pero' ancora oggi rimangono entrambi inconcludenti nel dimostrare come si creo’ l’Universo da quelle condizioni. Nelle loro teorie, questi scienziati provano a spiegare la Creazione con particelle atomiche gia' esistenti al tempo del Big Bang.
Le contraddizioni originano dalle fallaci conclusioni di Einstein e dalla reverenza mostrata da scienziati timorosi di intraprendere un nuovo percorso che non sia allineato. Einstein credeva che uno stesso numero di atomi sia sempre esistito e che questi non fossero originati dalle onde.

Le ipotesi di Einstein riportano che energia e materia siano analoghe e che l'energia sia trasferita attraverso due separati meccanismi: particelle ed onde. Questa erronea divisione mostra due forme di energia, particelle ed onde, come se queste non fossero intercambiabili.

Recentemente, il concetto di particella e' sotto un nuovo scrutinio in luce di esperimenti che hanno mostrato le piu' piccole particelle comportarsi proprio come le onde.
Infatti il Dualismo onda-particella si riferisce al concetto che materia ed energia esibiscono comportamenti affini ad entrambi. Uno degli effetti di questa teoria e' che il fotone puo' essere calcolato con una sua frequenza, lunghezza di onda ed altre proprieta' inerenti alla meccanica ondulatoria.

In questo contesto, Wavevolution si differenzia fondamentalmente dal Dualismo onda- particella nel senso che mentre questa ultima teoria considera il fotone come una particella che si comporta come un onda invece per Wavevolution le onde si trasformano in particelle.
Per Wavevolution, onde e particelle sono interscambiabili e tutta l'energia e' trasferita tramite un solo meccanismo, ossia, la Meccanica quantistica.

In un certo senso, il progresso della scienza arrivo’ ad un suo capolinea sin dal 1927 quando la credibilita’ della Meccanica quantistica e del conseguente concetto di causalita' furono entrambi messi in discussione.
In quell’anno a Copenhagen, lo scienziato Heisenberg introdusse il "principio dell'indeterminazione" secondo il quale è impossibile determinare esattamente nello stesso Tempo sia lo Spazio che il Movimento di una particella. Il problema e’ che per ottenere una determinazione esatta dello Spazio occupato, ad esempio, da un elettrone questa richiede l'uso di luce ad onde corte la quale trasferisce all'elettrone una grande quantità di energia che rende cosi’ l’elettrone imprevedibile ed incontrollabile. Invece per ottenere una precisa determinazione del Movimento dell’elettrone occorre una bassissima quantita’ di energia (quindi luce ad onde lunghe) il che pero’ comporta una definizione approssimata della posizione di quella particella nello Spazio. Quanto più esattamente si determina lo Spazio di una particella tanto piu’ difficile diventa conoscerne il suo Movimento e viceversa.
Heisenberg manifesto’ la sua frustrazione nell’incapacita’ di determinare la posizione di un elettrone ed a seguito del suo principio fu' deciso allora che quello che non puo' essere osservato con occhio umano non potra' fare parte della scienza.

Invece, il fatto che non siamo in grado di osservare con esattezza lo Spazio ed il Movimento di un elettrone non dovrebbe significare che l'elettrone non abbia una sua posizione nello Spazio. E’ evidente che la nostra conoscenza avviene attraverso la percezione sensoriale ma dovrebbe essere ugualmente evidente che il Mondo esiste indipendentemente dai nostri sensi.

La filosofia Soggettivistica di Bohr, Einstein ed Heisenberg crede che quando un elettrone o un fotone non viene osservato questo non abbia alcuna posizione ed una sua posizione si materializzi solo come conseguenza di un osservazione umana. A nome di tutta la scienza, questa arrogante assunzione fu' sigillata da quei tre scienziati nel 1927 e trasformata in "legge".

Servira' una nuova Scienza Progressiva prima che l'Umanita' potra' scorgere i primi bagliori di una nuova aurora.

Progressive Science of Wavevolution



Be informed that as of 2016 in the EU the laws have changed in regard to the use of cookies and Google’ regulations for this blog have also changed. If you were not in agreement with these new changes please live this blog now.



The progressive science of Wavevolution regards the transformation from waves to atoms and its correlation to new understandings of the relation between Space and Time.

Wavevolution extends the concept of evolution to all forms of energy through a process of gradual changes that transform waves into atoms.
All elements have one electric charge, one counterpart and one mass.
Mass-less does not exist. Symmetry is everywhere.
Neutral elements are composites of two opposite charges and are not elementary particles.

Wavevolution is the energy transformation opposite to nuclear fission.

The many revelations originated from this transformation have repercussions well beyond the progress of science and with domino effect they point to new horizons never seen before.

Wavevolution is the link that was missing to reveal the Creation.

The origin of the Universe is revealed even by the spark appearing from the friction of two cutting blades while they are being sharpened. Try to videotape the spark appearing from those two blades, then watch again the same film while it is being rewound and in slow motion. You will see the light from the spark entering the blades and becoming part of them. In fact, the photons of light are the building blocks of those metal blades. This simple example should be sufficient to also explain the Creation of all mass in the Universe. Once they have reached one critical level of energy, lost heat as they travel and having therefore reduced their frequencies, waves collapse, also forming two subatomic particles with opposite charges, as if they were the split ends of one broken hair. Since the Big Bang, waves continue to solidify into hydrogen atoms and transform their energy in different forms of mass.  The Human beings, made up of atoms, are the ultimate product of a slow process started by the transformation of waves.

In Wavevolution all forms of energy constantly transform.
The same quantum of energy originally carried by any wave becomes gradually fragmented and dispersed by the encountered interferences.
For example, quanta of gamma rays over time will lower their potential to become X rays and X rays will gradually become ultraviolet rays diminishing their original frequencies. The initial quantum of energy is transformed into different forms of energy through spontaneous symmetry breaking.

Wavevolution shows how the behavior in waves and atoms is identical and how this single movement common to all energy is comparable to One Divine Will that creates the whole Universe.
This constant movement, Quantum mechanics, is here intended as the natural Law of Attraction between two opposite and complementary electric charges.

Although this single Law moves all energy in symmetry, the apparent chaos in the Universe would seem unpredictable and non symmetrical in all places.   That is why scientists theorized about the existence of four natural laws (gravity, electromagnetism, weak and strong nuclear forces) but in fact it is only One Law.

Back in the eighteen century Simon Laplace already said: "We may regard the present state of the universe as the effect of its past and the cause of its future. An intellect which at a certain moment would know all forces that set nature in motion, and all positions of all items of which nature is composed, if this intellect were also vast enough to submit these data to analysis, it would embrace in a single formula the movements of the greatest bodies of the universe and those of the tiniest atom; for such an intellect nothing would be uncertain and the future just like the past would be present before its eyes."
Even if such formula remains out of the human reach it would seem evident that each movement is from the urgency and necessity of the energy to reach a determined space and reestablish a new equilibrium.

The discovery of the existence of One Universal Law that had one beginning about 14 billion years ago and that was not caused by Humankind confirms as a consequence the existence of One Creator.

New and Old Science:

In spite of two findings from Einstein and Planck, one to show the equation between atoms and energy and the other to discover the constant between waves' frequencies and energy, traditional science has never closed the circle.
Still today, science does not recognize the transformation from waves to atoms.
The bureaucracy of traditional science prevents the recognition of Wavevolution since its verification does not meet some of the pre-established criteria. In fact, the problem is in the compilation of these laws or criteria like the “uncertainty principle” from Heisenberg which was introduced as a pillar of science and that is not only erroneous as it is, but also became an insurmountable obstacle for all scientific progress, imposing limits that makes it impossible to recognize the concept of simultaneity.  
That is why, that antiquated system of rules was also the cause of misleading theories.

For example, Space is not “curved”.
In Einstein's paradigm, a stone that falls on the ground from the window of a moving train also marks one parabola in Space. Although, this path is only apparent since the Earth is also moving and the Time spent by the stone to reach the ground has also changed to some degree that imaginary vertical line. At the Time of the initial Movement when the stone falls from the window its potential trajectory is one perpendicular Space that is no longer the same as the stone continues to move until it hits the ground. If the scientist had known that the coordinates of Space in Time are unique and unrepeatable then all the rest would have also been "straight". That perpendicular is straight but accounted as “curve” because of the limits imposed to science in regard to the concept of simultaneity. In reference to any one body, on each moment in Time, there are always only two coordinates in Space for one perpendicular if Time and Movement (or speed) were accounted for in simultaneity.
And with two coordinates there is no curve.
One perpendicular is unrepeatable and never the same because while the measure of it is repeatable and any measurement can be applied for different segments instead one perpendicular marked in Time will never again have that same spatial positioning. The perpendicular changes in Time but Einstein believed that the concept of Space is independent from the concept of Time.

Another example is in the special theory of relativity which denies all absolutes and meanings of truth. This is in regard to Einstein's example of two beams of light hitting one same embankment of a railroad on two Points: Point A and Point B. In between the two there is also the middle point, Point M. If one train were to run over that track then on the train we would also have Point A1 on the wagon of the train right above Point A and one other corresponding Point B1 right above Point B. We would also have on the train Point M1 above Point M. Einstein's theory is that as for Point M (not moving because on the embankment) those two beams are simultaneous and equidistant, instead, for the passenger sitting on Point M1 and moving towards Point B1 (and also toward Point B) the two beams are not simultaneous because the beam in Point B1 is being approached by the moving train, therefore closer to Point M1. In this example, while Einstein’s concept of Time is rigidly kept unchanged in regard to the embankment, instead, the concept of Space is extended also to the next moment in Time when the traveler will move even if in that precise instant the traveler has not moved yet. Since the concept of simultaneity had been put aside, Einstein considered Time to be the same while Space instead had changed.

Also, this same scientist erroneously believed that all colors in the light spectrum travel at the same speed.
Much confusion comes from these approximations.

Einstein's theory defined the Universe in one closed Space which is neither expanding nor contracting, as one static Universe. That is opposite to what we have learned a few years later by the redshift, or that an accelerating Universe exists in constant expansion.

Modern scientists have introduced Standard Model and String theory but still today these two remain inconclusive when attempting to explain how the Universe was created from those conditions. In their theories, these scientists are trying to explain the Creation with atomic particles already existing at the time of the Big Bang.
The contradictions originate from Einstein's faulty conclusions and from the reverence shown by scientists too afraid to take a new stand which is not aligned with the late scientist. Einstein believed that one fixed number of atoms had always existed and that atoms did not originate from waves.

From Einstein's hypothesis is reported that energy and matter are analogous but that energy transfers through two separate mechanisms: particles and waves. This erroneous division shows two forms of energy, particles and waves, as if they were not interchangeable.
Recently, the concept of a particle is under new scrutiny in light of experiments which have shown the smallest particles to behave just like waves.
Wave particle duality is the concept that all matter and energy exhibit both wave-like and particle-like behavior. One of the effects of this theory is that photons can be calculated to have frequency, wavelength, amplitude, and other properties inherent in wave mechanics.

In this context, Wavevolution fundamentally differs from the Wave-particle duality in the sense that while this last theory considers the photons as particles behaving like waves instead in Wavevolution waves transform into particles.
In Wavevolution, waves and particles are interchangeable and there is only one mechanism to transfer all energy; that is quantum mechanics.

In some regards, the progress of science came to a halt since 1927 when the credibility of Quantum Mechanics and the concept of causality were placed in doubt.
That year in Copenhagen, the scientist Heisenberg introduced the “uncertainty principle” and according to this it is not possible to exactly determine at the same Time the Space and Movement of a particle. The problem is that to obtain an exact position occupied in Space, for example, by an electron it takes the use of short wavelengths which transfer to the electron a great amount of energy turning that electron unpredictable and uncontrollable. Instead, to obtain a precise account of the Movement of the electron it takes a very small amount of light (very long wave) which results in a poor definition of the position in Space of that particle. The more exact and defined is the Space of a particle the more difficult is to know its Movement and vice versa.
Heisenberg manifested his frustration in the inability to determine the exact position of an electron and with his "uncertainty principle" it was then decided that what could not be observed with human eye it will not be part of science.

Instead, the fact that we can not observe the exact Space and Movement of one electron should not imply that the electron does not occupy one position in Space. It is evident that our knowledge occurs through the perception of our senses but it should be equally evident that One World exists and It is independent from our senses.

The philosophy of Subjectivism from Bohr, Einstein and Heisenberg believes that when one electron or one photon is not observed it does not have any position and its position becomes materialized only as consequence of one human observation. In the name of all science, this arrogant assumption was sealed by these three scientists since 1927 and made into a "law".

It will take a new Progressive Science before Humankind could see the first light of a new dawn.